Home Events Corte degli Unni

Corte degli Unni

Un gestore per la Riva degli Unni

Riva degli Unni (già Corte Sabbioni, corte S.Leone Bonoris, Loghino S.Leone)
La più antica testimonianza del toponimo Governolo, il primo paese a circa 2km di distanza dalla corte, risale all’anno 1037: Corrado II detto il Salico, allora imperatore del Sacro Romano Impero, censì in quell’anno la Plebs de Gubernule tra le pievi presenti sul territorio mantovano. Già nel 715 il re longobardo Liutprando aveva menzionato un “portus in caput di Mincio”, portus mantuanus nel suo capitolare, il documento che stabiliva l’entità delle gabelle (tasse) per i navigatores che trasportavano sale da Comacchio ai porti della Longobardia. Ma Governolo, da sempre accesso fluviale alla città di Mantova, è protagonista di un episodio addirittura precedente, per quanto collocabile a metà tra storia e leggenda: nel 452 Governolo avrebbe ospitato l’incontro tra Attilla re degli Unni e Papa Leone Magno. Il Papa, accompagnato dall’imperatore Valentiniano III, avrebbe persuaso il famigerato condottiero barbaro a desistere dai sui propositi di conquista. Nonostante non ci sia certezza che l’incontro sia davvero avvenuto, e nonostante diverse località si contendano l’averlo ospitato, è ragionevole collocarlo a Governolo. E nello specifico proprio alla confluenza Mincio-Po, a pochi passi dalla corte, in ragione di un passaggio presente sul volume Historia Romana dello storiografo carolingio Paolo Diacono che nel 780 scrisse, a proposito dell’incontro Attila-Papa Leone, che era avvenuto “eo loco Mincius fluvius in Padum influit” (nel luogo dove il fiume Mincio sfocià in Po).

Comodato d’uso gratuito per 4 anni dell’antica corte di campagna Riva degli Unni. Leggi la call.

Data

Lug 06 2020 - Ott 13 2020
Categoria

Lascia un commento